Cibo

Inghilterra, fairtrade bene, bio ancora no

Le vendite di prodotti certificati fairtrade registrano un + 12 % nel 2011 con un attivo stimato di 1.6 miliardo di euro.

Una tendenza di crescita che non si ferma, quello dei prodotti fairtrade nel mercato britannico, ma che comunque rimane ben lontano dal 40% del 2010. La richiesta di un “capitalismo responsabile”, è l’opinione degli analisti, sta alla base di questo bilancio che deve indurre comunque ad una forte analisi il contiguo comparto del biologico, che continua invece a muoversi con estrema difficoltà in Gran Bretagna.

Tempi difficili per l’economia britannica, dove il Pil è cresciuto dello 0,8%, che evidenziano però come i consumi non si siano fermati ma abbiano imboccato una strada nuova. La spinta arriva ad esempio dai costanti consumi di barrette di cioccolata, dove però il cacao ha il marchio fairtrade (crescita del 34%), ma anche dallo zucchero, quello etico è cresciuto del 21%.

E se oggi l’equo e solidale vale il 42% del mercato dello zucchero inscatolato è anche perché insegne della gdo come Morrison oggi, nei propri punti vendita propongono solo la variante fairtrade prodotta dalla Tate & Lyle, la prima tra le grosse aziende dell’agroalimentare britannico a convertirsi nel 2008. Lo zucchero a marchio privato Sainsbury's e Co-operative, sono già certificati Fairtrade. E’ quindi alla portata l’obiettivo della Fairtrade Foundation che chiede di raggiungere una quota di mercato per lo zucchero imbustato del 50%.

 Ma oltre allo zucchero, c’è il gelato di Ben & Jerry's che dovrebbe portare ad una conversione totale della propria produzione, o le banane di Co-operative. “Fairtrade è un esempio di capitalismo responsabile in azione - commenta Harriet Lamb, direttore esecutivo Fairtrade -  e crediamo che le imprese responsabili siano quelle che non solo pagano un premio più alto ai propri fornitori diretti ma quelle in grado di garantire realmente un trattamento più equo per i lavoratori e i contadini nella parte inferiore della propria filiera”.

30/03/2012

Cerca

invio

Seguici su